Alimentazione

“Fa che il cibo sia la tua medicina e la medicina sia il tuo cibo.”
Ippocrate

Nutriamo la guarigione

Già dagli studi di Linus Pauling, l’unico uomo nella storia dell’umanità ad aver ricevuto due premi Nobel come singola persona, viene dimostrata come fondamentale per il mantenimento della nostra salute la pulizia e la fisiologia del territorio, inteso come corpo, inteso come territorio nel quale alberga la nostra coscienza, la nostra vita.

Immaginate cosa succederebbe se dessimo alle nostre piante bibite gasate, o se nella nostra macchina a gasolio mettessimo benzina…

Ci accorgeremmo subito degli effetti devastanti e del costo del nostro madornale errore.

La domanda seguente sorge spontanea quindi, perché non riserviamo la stessa cura e la stessa attenzione per quanto riguarda il nostro nutrimento e la nostra alimentazione?

Indubbiamente c’è molta confusione nella maggior parte delle persone quando si parla di nutrizione, e le diverse correnti di pensiero che si sono sviluppate e scontrate negli ultimi decenni creano ancora più incertezza.

Durante il mio percorso di studi ho avuto la fortuna di conoscere e seguire le lezioni del Professor Antonio Galluccio, docente di fisiologia, medico di medicina sportiva e del Professor Luciano Lozio, farmacista e farmacologo, uno dei più grandi esperti e ricercatori italiani sul microbiota intestinale con diverse pubblicazioni scientifiche, ed entrambi fin da subito hanno scardinato le mie credenze e certezze di allora.

Riuscendo a stimolare la mia curiosità e ponendo enfasi su quanto fosse importante l’argomento, per qualsiasi persona che voglia imparare a dar spazio al pieno potenziale del suo corpo, mi hanno portato, negli anni successivi al diploma, a studiare in modo molto approfondito la materia.

Ad oggi, senza alcuna intenzione di sostituirmi ad un dietista/dietologo od al vostro medico, nel caso vogliate prendere coscienza dei miei studi e dei traguardi raggiunti, sarò disponibile a condividere con voi il mio pensiero.

“Se non trovi il tempo per te stesso, per curare la tua alimentazione, dovrai trovare il tempo per curare le tue malattie.”
Iader Fabbri